FVG: IL MIO VIAGGIO E’ FATTO DI EMOZIONI

Quello che trovi e troverai sempre su questo blog sono gli stati d’animo che ogni posto in Friuli Venezia Giulia mi regala. Nell’articolo di oggi ti spiego il perchè il mio viaggio è fatto di emozioni!

Sei pronto a seguirmi? 

Fvg: il mio viaggio
L’alba a Lignano Sabbiadoro è pace e libertà.

Perchè il mio viaggio è fatto di emozioni?

Per spiegartelo devo partire da lontano. C’è stato un periodo dove tutto ciò che provavo non riuscivo ad esternarlo e lo tenevo chiuso ermeticamente dentro di me. Ero una vera cassaforte impenetrabile.

Il risultato era tutt’altro che positivo anzi, quando le emozioni trasparivano diventavano una vera bomba a orologeria. L’esplosione non era semplice da gestire, proprio perchè le emozioni non erano coordinate ma ingarbugliate una con l’altra creando in me un malessere costante.

Cosa ho fatto? Devo essere sincera, non lo so.

Quello che ti posso dire è che il blog è diventato il mio specchio.

Per me il blog è una vera e propria terapia, mi permette di immergere la mia personalità nel contesto che amo di più, la mia casa, il Friuli Venezia Giulia. Vivo di emozioni ogni giorno, ogni minuto è scandito da uno stato d’animo, solamente che ora lo racconto sotto forma di un viaggio.

La mia vita è un viaggio, che ha conosciuto periodi belli e meno belli, periodi positivi e meno positivi.

Se ci fai caso non uso più le parole che permeano negatività. Un periodo brutto è diventato semplicemente un periodo meno brutto e così via. Questo è stato il mio modo per riuscire a trasformare la negatività in qualcosa di meno negativo, e se riesco a scomporla in piccoli pezzi significa che la posso superare!

Barcis il lago con i colori che parlano
Mi sono fermata per ascoltare i colori di Barcis.

Ho imparato ad ascoltare le emozioni in modo sincero e ordinato.

Soprattutto ho imparato a riconoscerle e dar loro un nome, così sono diventate mie amiche e il mio punto di forza. Le emozioni mi distinguono, e le scrivo nero su bianco celate in un contesto reale.

I luoghi, e tutta la natura in sè parlano un linguaggio che non è fatto di parole, siamo noi a dare un significato a ciò che ci racconta.

Immagina di trovarti vicino a me, sul pontile del Faro a Lignano Sabbiadoro (di cui ti ho già parlato in questo articolo, lo puoi leggere qui) attorno a noi non c’è nessuno, solo il sole che sale in cielo e qualche pescatore al largo, le onde del mare si infrangono sulla spiaggia con un rumore piacevole e poi arriva anche il vento fresco ad accarezzarci il viso.

In questa situazione la natura ci sta trasmettendo almeno tre cose da non sottovalutare: la musica delle onde ci sta aiutando a lasciarci andare, smettendo di pensare alla fatica e a tutto ciò accadrà durante il giorno, la brezza che ci accarezza il viso ci dice che siamo i benvenuti davanti quello spettacolo così intimo. Infine ci ricorda che siamo vivi e che quegli attimi fantastici meritano di essere ricordati.

Un linguaggio autentico, fatto di emozioni, che io ho imparato ad apprezzare.

il mio viaggio è fatto di emozioni
Viaggia con Yle è una finestra che dà sulle emozioni.

Il mio viaggio in Friuli Venezia Giulia è fatto di emozioni.

Nei miei desideri c’è sempre stata la voglia di partire per un lungo viaggio in nave, era tutto pronto e poi la vita mi ha portato verso strade diverse. In quei momenti mi sentivo ingabbiata perchè non riuscivo a trovare qualcosa che mi desse soddisfazione come lo poteva fare il progetto saltato.

Non ci crederai ma oggi ringrazio perchè le cose sono andate in questo modo.

Dico grazie perchè mi sono ri-innamorata della mia terra, ho capito che non era lei ad essere ostile ma lo ero io ad esserlo con lei.

Oggi che ho imparato ad ascoltare il Friuli Venezia Giulia e a considerarlo come uno scrigno di tesori poco conosciuti, e soprattutto ho imparato ad ascoltare me e a riconoscere quanto sia prezioso il lavoro che sto facendo attraverso parole, emozioni ed immagini.

Siamo ancora capaci di lasciarci trasportare dalle emozioni? Una domanda spinosa.

Io rispondo per me stessa. Fino a qualche tempo fa no, ma oggi posso di dire un sì convinto e urlato ai quattro venti!

Ho scelto di raccontare i luoghi per le emozioni che mi hanno trasmesso perchè non ero più capace di ascoltarle, con la conseguenza che per me ogni posto era uguale. Se fossi stata li o da un’altra parte non avrebbe fatto tanta differenza, rendendomi conto che stavo buttando via la mia personalità.

A te è mai successo?

Fvg: il viaggio è emozione
Il viaggio è vita e le emozioni ti ricordano di vivere.

Tutti i miei articoli servono a questo.

Voglio farti ri-conoscere gli stati d’animo che ci tengono ancorati al presente, la sensibilità di ascoltare tutto ciò che abbiamo attorno e raccontarti il Friuli Venezia Giulia sotto un altro punto di vista. Per me i luoghi non sono località turistiche al servizio di villeggianti, ma sono posti speciali che parlano alle persone che decidono di conoscerli e di viverli. 

Per me la parola viaggio è una parola che racchiude in sè una miriade di significati. Un viaggio è una connessione con sè stessi e con il posto, è una forma di conoscenza, è apertura mentale, è ricchezza, è amore, è voglia di vivere ed è voglia di emozionarsi ancora.

Tutto questo è il mio viaggio fatto di emozioni.

Sono dei frame che ho focalizzato e impresso attraverso le parole, sono spaccati di fotografie che mi hanno catturato prima il cuore e poi gli occhi, sono momenti di connessione.

L’articolo nasce per farti scoprire un’altra parte di me, più impari a conoscermi attraverso la mia sensibilità e più potrai capire il perchè ho scelto di descrivere la mia Regione così.

Questo è quello continuerai a trovare in Viaggia con Yle!

Io mi emoziono e tu? 

Ylenia

 

 

 

 

 

37 opinioni riguardo a “FVG: IL MIO VIAGGIO E’ FATTO DI EMOZIONI

  1. Viaggiare da sempre tante emozioni, io adoro viaggiare, e dev dire che ancora io sono capace di emozionarmi per le piccole cose, come diceva qualcuno non è importante la meta, ma il viaggio per raggiungerla.

  2. Non posso fare altro che darti ragione. Anche per me viaggiare, come anche lo scrivere, andare a teatro, sentire una canzone, è una grandissima emozione. E le emozioni te le porti dentro, sempre. Ma cosa servono le emozioni, se non a condividerle, a trasmetterle agli altri? Ecco, il blog mi è servito tanto in questo senso. Scrivo le mie emozioni attraverso quello che ho visto e sentito.

  3. Specchio! Brava! Hai usato il termine giusto per descrivere il tuo blog! E lo è anche per me sai!!! Abiti in una bellissima regione, caratteristica…molto “di confine”, dove addentrarsi nell’immediato e bellissimo est europeo è un attimo!
    Nicoletta

    1. Hai ragione Nicoletta, “specchio” è la parola che più poteva riassumere il mio blog. Leggi e vedi me quindi non poteva essere altrimenti 🙂

  4. Bellissimo questo post, attraverso la tua scrittura trasmetti tutta la passione per i viaggi.
    Condivido in pieno il tuo pensiero che viaggiare è un’emozione e trasmetterla ad altri come fai tu è davvero molto bello!
    Mi hai fatto venire voglia di scoprirla tutta la tua bellissima regione!

    https://fashionbyjeje.com/

  5. Anche se non viaggio tantissimo l’ho sempre trovato rilassante ed emozionante prendere le valigie ed andare via, scoprire nuovi posti, nuove culture ecc.. è qualcosa di meraviglioso.

  6. Per me viaggiare e scrivere sono due cose complementari. Ogni viaggio lo imprimo nel mio quadernetto e li racconto anche le fatiche (sono cicloturista) e le mie emozioni.

    1. Che bello Barbara, il tuo diventa un vero diario di viaggio! Qui in Friuli Venezia Giulia abbiamo la Ciclovia Alpeadria che dal mare di Grado ti porto fino a Salisburgo attraversando tutta la Regione 🙂 potrebbe essere uno spunto per un prossimo tuo viaggio!

    1. Viaggio è emozione, la fotografia per me è prima di tutto cuore poi tutto il resto. Sono felice che tu condivida con me le stesse opinioni 🙂

  7. Mi emozioni sempre tantissimo!
    Il tuo sito è veramente speciale perchè entrare qui significa “entrare nell’emozione”…quelle vere, che si possono percepire!
    Tutto ciò che scrivi sembra descrivano anche me!
    Che dire..mi lasci sempre senza parole!

  8. Come si fa a vivere senza emozioni? Io credo che senza emozionarsi, senza lasciarsi andare sia un vivere a metà, così come viaggiare. Mi piace la definizione di specchio del tuo blog, ma non può essere altrimenti. Se sei tu che scrivi dei suoi sentimenti, delle tue emozioni, dei tuoi stati d’animo, il blog e le foto non possono che rispecchiare tutto questo. E cosa ne scaturisce? una bellissima persona

    1. Anna, ti ringrazio tantissimo e leggere questo tuo commento non può che rendermi orgogliosa del mio progetto 🙂 Spero questa estate di poterti conoscere di persona 🙂

  9. Bello che questo tuo spazio sia diventato il tuo specchio.. è bello che tu abbia imparato a saper ascoltare le tue emozioni, ed è bellissimo che tu le comunichi in questo tuo spazio. È molto bello leggerti

  10. Io mi emoziono spesso ma sono molto razionale e quando leggo mi piace capire perché un luogo ha emozionato una persona. E spero sempre che l’emozione non sia data esclusivamente dallo stato d’animo di quella persona ma da qualcosa di eccezionale o speciale che ha colto in quello che sta vedendo: un particolare, una storia unica, un paesaggio, un’opera d’arte, un prato… Ma la cosa importante per me è che mi trasmetta la voglia di andare in un luogo che non conosco per viverlo di persona.

  11. Io mi emoziono spesso ma sono molto razionale e quando leggo mi piace capire perché un luogo ha emozionato una persona. E spero sempre che l’emozione non sia data esclusivamente dallo stato d’animo di quella persona ma da qualcosa di eccezionale o speciale che ha colto in quello che sta vedendo: un particolare, una storia unica, un paesaggio, un’opera d’arte, un prato… Ma la cosa importante per me è che mi trasmetta la voglia di andare in un luogo che non conosco per viverlo di persona.

  12. Davvero interessante il tuo articolo. Traspaiono le tue emozioni. Ti posso rispondere che sì, mi emoziono anche io e ne sono contenta perché si vivono più intensamente tempo e luoghi. Viaggiare arricchisce sotto vari aspetti e le emozioni che viviamo ne rendono indelebile il ricordo.

    1. Hai ragione 🙂 io credo fermamente nelle emozioni che si provano nei luoghi, e soprattutto poi lo racconti con più enfasi a chi sta attorno!

  13. Che bello che tu abbia trovato la chiave per riuscire a raccontare le emozioni che la tua terra ti regala. Credo che ognuno di noi abbia bisogno di essere in contatto con le proprie radici e il Friuli è una terra molto affascinante. Io ad esempio adoro Trieste, ma mi piacciono anche cittadine come Sacile, Muggia o Udine.

    1. Grazie Laura per il tuo commento 🙂 io amo la mia terra perché sebbene se ne parli poco trovo che abbia un sacco di cose da raccontare! Sei già stata in Friuli Venezia Giulia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.