#condividiFVG: l'hashtag per conoscere il Friuli

IL CJANTON: L’ANGOLO MAGICO CHE RACCONTA IL FRIULI

Il Cjanton: l’angolo magico che racconta il Friuli. Perchè angolo e perchè magico?

Deborah Maieroni e Il Cjanton di Gemona del Friuli.

Ho incontrato Il Cjanton mentre uscivo dalla visita al Duomo, ha catturato subito il mio sguardo distratto e mi sono fermata incuriosita dalla vetrina e dal nome.

Già da subito ho intuito che questo è molto più che un negozio, è un gioiello che racchiude la tipicità friulana, dalle ceramiche, ai vini e alle produzioni di nicchia.

Se sei un turista qui trovi davvero tutto quello che vuoi, e se invece abiti già in zona trovi sicuramente il regalo perfetto per l’amico oppure una buona marmellata con la M maiuscola!

Appena entrata sono stata accolta da Deborah, una persona molto solare e simpatica, che da subito mi ha trasmesso la determinazione con cui porta avanti il suo sogno tutto friulano.

Da 18 anni gestisce Il Cjanton con entusiasmo e orgoglio. E’ un’attività storica di Gemona e ha deciso di offrire anche un servizio in più e più moderno; oltre all’attività in centro storico ha aperto anche l’e-commerce on-line dove è raggiungibile anche a distanza.

Chi ha acquistato qui in passato, ora può acquistare nuovamente i prodotti che ha amato comodamente da casa.

Il nome Il Cjanton, mi ha spiegato Deborah, è nato dalla posizione del vecchio negozio. Infatti, fino a qualche hanno fa si trovava all’angolo della strada e successivamente si è spostato dove si trova ora.

Per chi non lo sapesse, in lingua friulana, “cjanton” significa angolo e per questo il negozio ha questo nome.

Oggi voglio raccontarti de Il Cjanton e della sua storia.

L’atmosfera è la cosa che mi ha colpito di più.

Qui si respira l’autenticità, vedi dei pezzettini di Friuli accostati in armonia all’interno de Il Cjanton e se fai attenzione tutto è studiato e ordinato nei minimi dettagli, nulla è lasciato al caso.

Dietro Il Cjanton c’è un grande lavoro di ricerca, perchè i prodotti che trovi qui arrivano da produzioni piccole e talvolta di nicchia.

Gli Sbilfs li trovi a Il Cjanton di Gemona del Friuli.

La filosofia che trasmette, e in cui crede, è proprio la valorizzazione delle piccole aziende friulane, la cui produzione si esegue ancora a mano per mantenere viva una tradizione che potrebbe andare persa, a favore della tecnologia e la produzione in serie.

Qui trovi delle marmellate prodotte tradizionalmente. I frutti raccolti dallo stesso albero e in un momento preciso vengono cotti, tagliati amano, lavorati assieme in piccole padelle con lo scopo di non alterare il gusto autentico e contaminarlo con frutti raccolti da altri alberi o in un secondo momento.

Ci sono i vasetti del buonissimo Radic di Mont, il tenerissimo radicchio selvatico che viene raccolto nelle prime settimane di Maggio negli alpeggi della Carnia, e posto sott’olio. Una prelibatezza che merita un assaggio!

Sono disponibili anche i vasetti di Ai di Resia (aglio di resia), anch’esso presidio Slow Food. Questa varietà d’aglio cresce solamente nella Val di Resia e ha un gusto più dolce e meno acre rispetto all’aglio che tutti noi conosciamo.

Ogni sabato è disponibile il Pan di Sòrc. Un pane tipico ottenuto con la miscela di farina di mais, sòrc in lingua friulana, frumento e segale. Anch’esso è Presidio Slow Food perchè con il cambiamento dei gusti alla fine degli anni Sessanta e l’abbandono della coltivazione della tipologia di mais utilizzato nella preparazione, avevano relegato il Pan di Sòrc ad un uso prettamente casalingo e questo portò il rischio d’estinzione.

Ci sono anche una varietà di vini tipici Friulani, c’è la birra di produzione artigianale e le grappe. Trovi le grappe più conosciute qui in Friuli e anche delle grappe di piccole produzioni che utilizzano ancora il metodo antico di distillazione.

Per i più golosi ci sono le gubane tipiche tradizionali, i biscotti e i succhi di mela biologici. In particolare merita un assaggio il succo di mele antiche dell’azienda Borgo delle Mele (che da un anno è diventato Presidio Slow Food).

Insomma, davvero qui trovi di tutto e davvero per tutti i gusti.

Se invece vuoi fare un regalo, hai a disposizione gli oggetti di ceramica tradizionale e anche delle ceramiche di stile più moderno, ma che reincarnano comunque la tradizione, solamente che è interpretata in modo più attuale.

Gli Sbilfs, di cui ti ho parlato in un articolo dedicato interamente a loro e lo puoi leggere qui, sono prodotti da un’artigiana che li fa ancora a mano, ognuno ha un colore diverso e sono un portafortuna originale da regalare.

E poi trovi oggetti prodotti in legno, intagliati a mano da una persona che ha saputo reinventarsi. Trovi le bamboline tipiche friulane, fatte con le pannocchie. La persona che le produce ha il suo contadino di fiducia. Questo contadino coltiva i campi e raccoglie la sua produzione senza i macchinari che andrebbero a rovinare l’involucro delle pannocchie, che servono appunto, per realizzare le bamboline.

C’è un angolo dedicato alla tessitura artistica carnica, interamente prodotta artigianalmente.

Oltre a essere un negozio tipico, Il Cjanton raccoglie storie autentiche e le racconta a sua volta. Non mi piace definirlo negozio perchè usando questa definizione perde l’importanza del ruolo che svolge all’interno della comunità.

Il Cjanton è magico.

Il Cjanton di Gemona del Friuli è un posto magico.

Ti cattura con la magia delle storie che racchiude. Nell’epoca dove tutto è veloce e standardizzato, trovi ancora un “cjanton” di pace, dove sembra che il tempo si sia fermato a favore della conoscenza, dell’autenticità e della prelibatezza.

Quando acquisti qui, ricordati che stai acquistando la garanzia di autenticità.

Stai assaggiando, oppure stai regalando un pezzettino di Friuli.

Tutte le informazioni dettagliate su Il Cjanton, i suoi prodotti e l’e-commerce, le trovi qui.

Se non hai letto la prima parte del mio giro turistico a Gemona, la trovi qui, nei prossimi articoli scoprirai cosa ho visto di nuovo e ti presenterò una persona che con grinta ha scommesso su questa località.

Ringrazio Deborah e Il Cjanton per avermi dato la possibilità di raccontarti di loro e del loro angolo magico!

Il Cjanton: articoli da regalo & prodotti tipici

Via Bini, 29 – 33013

Gemona del Friuli (UD)

Tel. 0432 972397

e-mail: ilcjanton@gmail.com

www.ilcjanton.com

https://www.facebook.com/ilcjanton/

Ridi, viaggia, vivi!

Ylenia

4 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.