Il progetto Viaggia con Yle

Per raccontare il progetto Viaggia con Yle devo partire dall’inizio, prima ancora che esistesse l’idea.

Sono appassionata di viaggi, i miei genitori mi hanno abituato a viaggiare sin da piccola trasmettendomi tutti i valori positivi che da un viaggio si può trarre.

Il viaggio ti insegna ad aprire la mente, conoscere da vicino culture diverse, ti abitua ad essere curioso e a far fronte agli imprevisti che possono capitare lungo la strada. Ultimo ma non meno importante, il viaggio ti insegna ad apprezzare la bellezza.

Sarei voluta partire e lavorare su una nave da crociera.

Per diversi motivi non l’ho fatto e vedevo il Friuli Venezia Giulia come una gabbia dove non potevo esprimermi.

Siccome credo fermamente che ogni fatto negativo abbia la sua corrispondente positiva, ho iniziato a guardarmi attorno e a riscoprire tutta la bellezza che mi stavo perdendo a causa del pensiero negativo che mi aveva reso cieca di fronte alla mia fortuna.

Ed è così che è nato Viaggia con Yle.

Cosa trovi in Viaggia con Yle?

Passione, amore e voglia di far conoscere il Friuli Venezia Giulia da un punto di vista diverso da quello raccontato sulle guide turistiche, quello visto con gli occhi emozionati ed entusiasti.

In ogni articolo ci metto quel pizzico di magia e immaginazione che mi contraddistingue.

La mia scelta è stata di fotografare e pubblicare gli scatti (sul blog e sui social) senza successivi ritocchi è una decisione discutibile che alle volte rende più difficile il racconto, perché non c’è la luce giusta, perché piove o perché c’è qualcosa che stona.

Credo che le persone che guardano la mia galleria Instagram, i miei post di Facebook o che vedono le foto che formano gli articoli del blog, debbano trovare le stesse cose che io stessa ho visto.

Perché scelgo di raccontare i posti attraverso le emozioni?

Se mi emoziono ricordo. Le emozioni e le sensazioni sono quelle scintille che esaltano la bellezza dell’esperienza vissuta e che fanno durare quel ricordo nel tempo.

Per me il Friuli Venezia Giulia è una scoperta continua e merita di essere conosciuto.

A presto,

Ylenia