LIGNANO: UNA CORNICE NUOVA PER UN QUADRO CONOSCIUTO

Hai mai pensato che una località possa avere altri volti, rispetto a quelli per cui è conosciuta? Pensi che Lignano sia solo la località turistica con il mare, la spiaggia, lo shopping e la vita notturna? In questo articolo voglio raccontarti la mia visione di Lignano e cosa l’ha resa così speciale ai miei occhi. 

Lignano: alba vista dal faro.

Lignano la considero come la mia seconda casa, è il posto dove per tutta la primavera-estate passo i fine settimana assieme alla mia famiglia. Qui ho amici, qui ho avuto l’occasione di conoscere persone di ogni nazionalità da cui ho imparato tante cose, qui ho parlato un pò in tutte le lingue che conosco e ho sognato i nuovi traguardi da raggiungere.

Qualche giorno fa fantasticavo assieme a mia mamma sulla Lignano che tutti immaginano che ci sia, ma che pochi conoscono.

Una delle fotografie più pubblicizzate e usate per dare un’immagine a Lignano è il faro e la Terrazza Mare colte all’alba o al tramonto; questa è una immagine che tutti conoscono, appunto.

La domanda che mi sono fatta è quante di queste persone realmente si sono alzate prestissimo e sono andate al faro per godere dell’alba speciale, che regala emozioni fantastiche, tra cui pace e serenità?

Da una riflessione comune, è nata una nuova abitudine che coinvolge anche mia mamma e con la quale ho avuto l’onore di condividere la mia passione. Per due giorni di fila è stata la mia compagna di viaggio, colei che mi ha accompagnato alla ricerca dell’attimo perfetto, della luce perfetta e dello scatto emozionante.

Voglio dare a Lignano una cornice nuova per un quadro conosciuto.

Lignano ha un’altra faccia, diversa dal caos e dalla ressa della spiaggia, è anche luogo di estrema bellezza e pace. Alzarsi alle 5.30 del mattino con 12 gradi, confesso, non è stato semplice, ma poi ho capito quanto questo sforzo mi ha ripagato.

C’eravamo solo noi due e altre due persone, ci siamo salutati con un buongiorno sussurrato, quasi non volessimo disturbare il sole che si stava levando lentamente verso il cielo.

Passo dopo passo la luce è cambiata, si è evoluta fino a regalare una giornata di sole splendente e caldo.

Azzurro, rosa, per poi passare all’arancione leggero, all’arancione intenso e poi al giallo pieno.

Questi sono i colori che hanno dato una cornice nuova ad un panorama che durante il giorno è totalmente diverso.

La marea ritirandosi ha lasciato delle pozze d’acqua isolate vicino alla riva del mare, pozze con la quale il sole si è messo a giocare, si è specchiato e ha regalato dei riflessi a pelo d’acqua con i quali ho voluto sperimentare anche io.

Lignano: giochi di luce all’alba.

Per quanto la natura sappia regalare cose uniche e spettacolari nella loro semplicità, l’ingrediente eccezionale che mi ha dato quel pizzico di gusto in più è stata la presenza di mia mamma.

Aver condiviso assieme questi momenti è stato qualcosa in più che ci ha regalato degli attimi di meraviglia, stupore e benessere.

Il fatto di sentirsi isolate dal mondo a cui siamo abituate, di sentirci vicine in un panorama spettacolare è l’emozione speciale che ha reso ancora di più magnifica la cornice di questa Lignano che pochi conoscono.

Lignano: Luisa, Eddie e l’alba al faro.

Da un’alba magica ci siamo regalate anche un tramonto in Laguna.

Camminare baciata dal sole stanco, che vuole andare a riposare lasciando spazio alla notte magica della luna, gli ultimi raggi ti avvolgono con quel tepore amichevole di un abbraccio, quasi darti l’arrivederci al giorno dopo.

Sono quei momenti che mi servono a lasciar andare la tensione accumulata durante il giorno e che mi aiutano a liberare la mente dalle cose inutili, lasciando fluire i pensieri positivi e creativi che mi stimolano a raggiungere gli obbiettivi del mio progetto. 

Ancora una volta, il protagonista è il sole e il silenzio rotto solo dalla musica che arriva dalle onde del mare e il verso di qualche gabbiano in lontananza.

Lignano: tramonto in laguna.

Eppure, Lignano la conosciamo tutti per la spiaggia, il mare e il sole, ma non sei abituato a conoscerli in questa veste.

Nel quadro che ti ho raccontato i protagonisti sono sempre spiaggia, mare e sole, solamente che i momenti della loro massima espressione di bellezza avvengono nelle ore più intime e riservate.

Questa esperienza mi ha aiutato a capire la bellezza delle cose che mi perdo ogni giorno, mi ha fatto riflettere sull’importanza di condividere la mia passione e i miei obbiettivi con chi mi ha sempre sostenuto e che crede in me ogni singolo minuto.

Vorrei che questo articolo sia una modo per farti conoscere l’altra sfaccettatura di Lignano, le emozioni che ti può regalare semplicemente ammirandola con un altro punto di vista e vorrei che sia un articolo per ringraziare apertamente mia mamma per tutto quello che mi ha dato la possibilità di vivere e di conoscere assieme a lei.

Lignano: Luisa e il faro all’alba.

Grazie.

Ridi, viaggia, vivi!

Ylenia

P.s.: la scorsa settimana ho scritto un articolo piuttosto impegnativo sulla mia visita al Vajont, se non lo hai ancora letto ti lascio qui il link!

 

4 opinioni riguardo a “LIGNANO: UNA CORNICE NUOVA PER UN QUADRO CONOSCIUTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.