Viaggia con Yle a spasso per l'Italia

ON-THE ROAD CON LE EMOZIONI AL SEGUITO: IN PUGLIA CON YLE

Questa volta non ti porto in Friuli, ma porto il mio bagaglio di emozioni in Puglia. Allaccia la cintura perchè il mio viaggio di settembre è stato un on-the road tra Bari e altre bellezze pugliesi, e te lo racconto a mio modo.

On-the road con le emozioni al seguito: in Puglia* con Yle

on-the road con le emozioni al seguito: In Puglia con Yle
Yle è arrivata in Puglia!
*Nel viaggio ho inserito un tappa che si trova in Basilicata, Matera.

Non lo so esattamente dove questo viaggio mi avrebbe portato. Sapevo solo che sarei tornata con un sacco di avventure da raccontare, a partire dall’arrivo a tarda notte nei vicoli di Bari Vecchia fino alle nuotate nell’acqua cristallina, passando per odori, gusti e abitudini diverse dalle mie.

E così è stato.

Sono rientrata con una consapevolezza in più di me stessa, un’esperienza unica che ha portato a galla tratti della mia creatività ancora mai esplorati.

Ostuni: abbagliante candore

Quando percorri tanti chilometri in macchina sei attirato dal paesaggio, ti concentri sui particolari e cerchi di cogliere le sfumature che lo contraddistinguono, cerchi di trovare le somiglianze o le differenze con il posto dove vivi, così non ti accorgi che Ostuni si trova li davanti a te.

Il paesaggio è cambiato negli ultimi chilometri percorsi, lasciando spazio alla terra rossa degli ulivi, i muretti a secco in pietra e su un’altura vedi Ostuni che spicca bianca e candida in contrasto con le nuvole e con il cielo di un azzuro-blu colore dell’infinito.

Quando raggiungi a piedi la cima e ti trovi sulla terrazza panoramica ai piedi della cittadina, il blu del cielo ha una sfumatura totalmente diversa dal blu del mare. Questi due colori si fondono assieme e tu da spettatore non puoi altro che rimanere in silenzio e ammirare quell’abbraccio.

Il bianco di Ostuni ti abbaglia nella sua semplicità.

Ostuni, tra l’azzurro del cielo e il blu del mare

Ogni vicolo, ogni casa è immersa nel silenzio che diventa un insieme di voci concitate nel centro storico, e che sottolinea la vivacità della Puglia e dei suoi abitanti.

Ancora una volta sono i particolari a distrarti, le piccole piantine grasse appese ai balconi, un gatto disteso ai piedi di una scalinata di sassi grezzi e le porticine colorate di azzurro, di verde o di rosso che ti accolgono quasi dicendoti “Buongiorno dalla Puglia!”

Tutto è più lento rispetto al ritmo a cui sono abituata, questo aspetto è ciò che mi ha permesso di staccare la spina, di lasciarmi entusiasmare dalle piccole cose e prendermi una pausa dal mondo.

Il pomeriggio è diventato puro relax a Marina di Ostuni. Una caletta distaccata lunga pochi metri e con un unico punto basso per poter scivolare verso un mare cristallino.

Un pomeriggio di relax a Marina di Ostuni.

La sabbia di spessore più grosso, intervallata da piccoli ciottoli e scogli richiedono attenzione, ma le sensazioni che ti investono appena immersa nell’acqua non hanno nulla a che invidiare ai posti esotici.

Un bagno rilassante, ristoratore e accogliente.

Zoo Safari di Fasano: come tornare bambina in un attimo

Andare allo zoo è sempre stata una passione sin da piccola e non potevo perdermi la possibilità di fare lo zoo-safari a Fasano. E’ stato un modo per tornare bambina per un pò di tempo!

Non c’è una gabbia che mi divide dagli animali come in uno zoo tradizionale (ovviamente alcune zone è severamente proibito aprire il finestrino dell’auto, soprattutto a contatto con tigri, leoni e altri animali).

L’eleganza della tigre.

Ho scelto di fare il giro con la navetta del parco e i partecipanti al gruppo erano per lo più bambini che esprimevano il loro entusiasmo per parole e lo traducevano in puro stupore, ammetto che più delle volte mi hanno strappato una risata proprio per la loro sincerità!

Leoni, tigri, orsi, zebre, scimmie, struzzi, asini, daini, giraffe, tutti liberi di muoversi.

Le emozioni che mi hanno toccato sono dovute a ciò che ti trasmettono gli animali con cui vieni a contatto. La tigre è eleganza allo stato puro, il leone è la forza, l’orso è la pigrizia, la giraffa è tenerezza, il tutto mischiato diventa la sorpresa data dal contatto diretto.

Alberobello: armonia tradotta in un’architettura affascinante

Alberobello nei suoi splendidi colori.

Prima di arrivare ad Alberobello ho percorso la strada panoramica che dava un’assaggio di ciò che avrei gustato tardi. Alberobello ti introduce lentamente verso la zona monumentale dei trulli, dal punto periferico dove ho lasciato l’auto sono proseguita a piedi e l’aspetto è quello di una cittadina normale.

Ad un certo punto arrivi su una terrazza panoramica e l’armonia dei trulli tutti asserragliati nella zona monumentale ti sorprende.

Alberobello ti affascina. I trulli bianchi con il loro tetto grigio a punta e i loro simboli sono legati da un’armonia unica, con cui non ero mai venuta in contatto.

E’ spettacolare, perchè ti coglie impreparata.

Così come le ceramiche colorate appese fuori i negozi, i fiori di un colore fuxia acceso e le viti con l’uva che scende vicino all’ingresso dei trulli.

Matera: splendore che lascia senza parole

Così come Ostuni, Matera la vedi da lontano e non vedi l’ora di arrivarci per capire cosa nasconde.

Mi ha lasciato senza parole per il suo splendore senza tempo, perchè qui la sensazione è quella di un mondo che si è fermato per non contaminare i Sassi  facendo in modo che questi siano i portavoce e i testimoni di un passato non troppo lontano.

I Sassi di matera, splendore senza tempo.

Lo splendore è amplificato ancora di più dalla vista sul canyon dove in fondo si apre su un fiume che divide la città da un’altra altura carsica che offre una vista spettacolare sulla città Patrimonio dell’Unesco.

Il ritmo è lento, il bello è perdersi nel dedalo di scalinate e diramazioni, cogliere ogni angolo con una fotografia e ricordarsi di respirare ogni tanto! Perchè la bellezza è talmente speciale che toglie il fiato, e non puoi evitare di sporgerti dalle piccole terrazze sul canyon per lasciarti entusiasmare ancora una volta!

Una finestra sul canyon.

Altamura: acquolina in bocca

Mi sono lasciata guidare dagli odori di pane appena sfornato attraverso la cittadina, mi sono addentrata alla ricerca dei forni storici che sfortunatamente avevano già chiuso.

Solo il profumo di Altamura ti fa venire l’acquolina in bocca e la ricorderò per questo.

Grotte di Castellana: eleganza perseverante

Descrivere le Grotte non è affatto semplice. Sono talmente belle che gli aggettivi per descriverle sono tanti.

Quello che ho deciso di usare è eleganza.

A Castellana sembra che la natura abbia dato libero sfogo alla sua creatività, lavorando i materiali lentamente, ma ininterrottamente, fino a darci la possibilità di vedere in quelle stallagmiti e stallatiti dei personaggi oppure degli oggetti di uso comune.

Trasmettono forza ma al contempo fragilità, un sistema che va preservato dove noi siamo semplici spettatori consapevoli. Qui la natura ti dà la possibilità di essere ammirata senza mai essere sfiorata, per non essere compromessa.

Lungo la discesa nella grotta percepisci i brividi del clima frizzante, umido e fresco. Il silenzio regna e la natura è l’unica padrona di casa, ti parla nella sua lingua, tradotta nell’arte di costruire e modellare in tempi che non conoscono tempo, ascolta in silenzio e trai insegnamento dalla sua perseveranza.

Polignano a mare: la favola nel presente

La spiaggia di Cala Porto vista dal ponte.

Mi sono trovata immersa in un film, ogni metro è una foto che merita di essere scattata. Polignano è una bella favola da raccontare, le sue vie nel centro storico nascondono piccoli angoli raccolti, quasi intimi. Perdersi lasciando la cartina in tasca, guidati solo dalla curiosità è un’esperienza che vale la pena di fare.

Il ponte che si apre sulla spiaggia di Cala Porto, la più famosa nella cittadina ti imbroglia, nascondendoti a lato una piccola scala scoscesa che ti porta fino giù alla spiaggia. Puoi camminare per qualche metro costeggiando la roccia che la racchiude e ti ritrovi a tu per tu con un mare di un blu profondo autentico.

Un sogno.

Un tramonto sognante.

La sera è il tramonto che ti regala delle emozioni capaci di farti scendere una lacrima per quanto bello è il panorama.

Il mio on-the road con emozioni al seguito si conclude qui, ma nei prossimi articoli ti racconto alcune chicche che ho trovato durante il viaggio!

Se sei rientrato dalle vacanze ed è stato un trauma vero e proprio ti lascio l’articolo con la mia routine per un rientro con stile.

Ridi, viaggia, vivi!

Ylenia

 

5 commenti

  • anna di

    Molto bello questo itinerario, ma la Pugllia devo dire è bella tutta. Se posso, toglierei sololo zoo, a me dispiace sempre tanto vedere animali in gabbia! Per il resto ogni città, ogni paesino e ogni scorcio di questa terra è favoloso

    • wp_8292081

      E’ stata una settimana intensa e sicuramente ci torneremo, qualche nota negatica su Airbnb con cui avevo prenotato ma il disagio è stato annullato dalla bellezza dei luoghi! Lo Zoo di Fasano mi era stato consigliato perchè è strutturato come un safari con gli animali liberi, sicuramente un safari vero in Africa è totalmente diverso 🙂

    • wp_8292081

      Grazie mille, sono contenta di avervi ispirato! La Puglia è bellissima e vorrei tornare nel Salento per completare ciò che mi manca da vedere!

  • Cinzia

    E’ troppo tempo che ho il desiderio di visitare la Puglia… devo riuscire a convincere il marito e farci un giro la prossima estate! Comunque, a marzo, farò una tappa a Bari e visiterò Alberobello… sarò in crociera, quindi il tempo a disposizione sarà poco, ma almeno respirerò un po’ di quella bellezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.