i castellieri in fvg
#condividiFVG: l'hashtag per conoscere il Friuli,  Provincia di Udine

I CASTELLIERI IN FVG: SAVALONS E LA TUMBARE

Lo sapevi che in Friuli Venezia Giulia esistono degli ambienti che si chiamano Castellieri? Io ne avevo sentito parlare ma non avevo ancora avuto l’occasione di visitarli. E’ arrivato il momento di raccontarti di quando la scorsa estate ci sono stata per la prima volta. Sei pronto ad immergerti con me tra natura e passato? 

E’ pieno inverno e manca ancora qualche mese alla primavera che precede la mia stagione preferita, l’estate. Forse lo avrai già capito dai vari articoli precedenti, che l’estate è la stagione che amo di più in assoluto!

Le giornate calde e soleggiate risvegliano in me sensazioni meravigliose, di pace, di serenità e al tempo stesso mi danno tanta energia e vitalità.

Quando parlo d’estate mi viene subito in mente il mare, la spiaggia, le onde e la brezza marina.

 Questa volta invece voglio raccontarti di una domenica estiva e piovosa che mi ha costretta a scegliere una meta alternativa al mare.

Come spesso mi accade la delusione di non poter seguire i piani programmati si tramuta una giornata favolosa e carica di magia, è così è stato.

Grazie alla pioggia ho potuto visitare due dei Castellieri qui in Fvg!

Il termine magia potrebbe sembrare scontato, eppure non so trovare una parola più adatta per esprimere l’atmosfera in cui mi sono trovata una volta raggiunti, dapprima il Castelliere di Savalons e dopo la Tumbare a Mereto di Tomba. 

Entrambi sono due luoghi molto vicini a dove vivo e ne sono sempre rimasta incuriosita, anche se non avevo mai trovato il momento giusto per visitarli.

Qualche giorno prima avevo letto dei Castellieri in Fvg su di un libro molto particolare che racconta storia, luoghi e tradizioni del Friuli e che fa parte dei libri che hanno un posto speciale nella mia libreria. 

Nonostante piovesse i colori della campagna erano più vividi che mai, l’aria era calda e i rumori tipici della natura erano in fermento.

Man mano che mi addentravo verso la campagna si poteva riscontrare sempre di più il clima cambiare e diventare carico di… magia. 

i castellieri in fvg

Il Castelliere è un sito archeologico, situato a nord-est dell’abitato di Mereto di Tomba presso la località di Savalons da cui prende il nome.

All’inizio non capivo bene di cosa si trattasse, attorno a me vedevo solo il paesaggio fatto di campi e stradine mentre di fronte avevo un alto cumulo di terra che si estendeva da entrambi i lati. All’apparenza sembrava avesse la forma di un anello.

Poco più avanti c’era l’ingresso e credimi, la sorpresa è stata molto forte.

All’interno si estende una vasta radura verdeggiante, con una piccola foresta al centro. Potevo immaginare come fosse la vita dentro il Castelliere, dove fosse il centro, dove fosse il fuoco e così anche tutti gli altri elementi tipici della vita dell’epoca.

Non mi ero ancora resa conto di essere dentro un insediamento preistorico fortificato.

Man mano che percorrevo la strada tracciata, mi era sempre più chiaro che il cumulo di terra era molto più simile a un quadrilatero (invece che ad un anello), con degli spalti alti che servivano a proteggere la comunità che viveva all’interno. 

Chissà come’era la quotidianità delle persone che vivevano nel Castelliere? Con un pizzico di immaginazione e di magia il gioco è fatto!

Il luogo è tranquillo, un regno di pace, isolato dal resto del mondo. Gli unici rumori percepibili sono stati: la leggera brezza del vento sulle fronde degli alberi, le cicale e le libellule che si rincorrevano vicino ad un rivolo d’acqua stagnante. 

A quel punto mi sono seduta a terra a guardare in alto il cielo.

Avevo bisogno di soffermarmi e catturare quanto più possibile quel senso di libertà e di rinnovamento. Le energie che la natura mi ha regalato in quel momento sono state ristoratrici e confortanti.

Forse non lo sai, ma nella nostra regione i Castellieri sono molto diffusi.

Questi insediamenti sembrano risalire all’età del bronzo medio-recente e la prima età del ferro, o addirittura al periodo del bronzo antico.

In particolare il Castelliere di Savalons ha una pianta quadrilatera con una superficie di circa tre ettari, ed è appunto liberamente visitabile, grazie a dei camminamenti sugli spalti che permettono di godere di una vista panoramica sia all’interno che all’esterno sulla campagna circostante.

La mia esperienza non è ancora finita, continua alla Tumbare di Mereto.

Avevo ancora del tempo e c’era ancora luce, così mi sono spinta fino alla Tumbare, anch’essa nella zona di Mereto. 
Questo luogo si raggiunge a piedi lasciando l’auto all’imbocco dell’aperta campagna.

Ho percorso una tipica stradina di campo, per arrivare dopo una breve passeggiata al limitare di un grande vigneto e mentre camminavo non riuscivo a capire bene cosa potessi aspettarmi, se un’insediamento oppure una costruzione.

i castellieri in fvg

Anche qui sono rimasta estremamente sorpresa, perché in mezzo ai vigneti coltivati si poteva vedere l’altura della Tumbare.

Si tratta di una collinetta di terra ricoperta di erba , e ai suoi lati si può salire fino all’apice percorrendo un piccolo camminamento a spirale che ti fa girare attorno alla struttura fino ad arrivare alla cima.

Dall’alto il panorama è stupendo, le strisce di colore si susseguono, il verde delle viti, il marrone dei campi arati, il blu del cielo, il grigio dei nuvoloni carichi di pioggia e qualche raggio di sole. 

La poesia che solo la natura sa mettere in rima. 

Anche questa volta non ho potuto fare a meno di sedermi con i piedi a penzoloni a respirare l’aria a piena polmoni.

Amo sempre di più la mia terra e mi sento fortunata a potertelo raccontare con la speranza che attraverso le mie parole tu possa vedere le stesse immagini che ho ammirato.

La Tumbare è un monumento preistorico che copre le spoglie di un giovane guerriero. 

Fonti storiche raccontano che le piccole comunità iniziarono onoravano dopo la morte i propri capi e i propri guerrieri attraverso la costruzione di questi grandi monumenti, affinché fossero visibili anche a distanza.

La spirale che si snoda attorno alla Tumbare ha un significato ben preciso, infatti è simbolo di morte e rinascita, di distruzione e creazione, ciò che ci porta dal basso della terra verso l’alto accanto al cielo.

Se volete fare una passeggiata immersi nella natura e percepire un po’ di magia allora non potete perdervi il Castelliere di Savalons e la Tumbare di Mereto.

Puoi trovare alcune informazioni sui luoghi che ho descritto e la loro storia qui e qui.

Ti sei perso l’ultimo articolo pubblicato? Leggilo qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.